Recentemente ho preso parte a un torneo di calcio femminile, dopo anni di inattività. Ho preso tutte le precauzioni del caso, preparazione atletica, allenamenti, materiale tecnico adeguato… insomma, carica di entusiasmo e voglia di giocare mi sono approcciata a questa avventura.

Ma, che sciocca, come potevo pensare di uscire indenne da un’esperienza del genere? Alla mia età poi?! Suvvia Mary, non essere incosciente!

Ebbene sì, quello che, a quanto pare, tutti sapevano… si è verificato!

Un bel pestone sul piede da un’avversaria poco avvezza ed eccomi con piede gonfio, viola e stampelle! Chi pratica sport lo sa, sono cose che capitano a tutti ( giovani e meno giovani, atleti e diversamente tali)…

Ma il verdetto popolare è di ben altro avviso!

Sì, perchè provate voi a girare per il paesello armate di stampelle, spiegando come vi siete fatte male…

“Non hai più l’età!” , ” Non hai il fisico” … sentenziano ridacchiando i più, dall’alto della loro decennale esperienza nel reparto ortopedico di medicina sportiva dell’ospedale di Salcazzo… Io fingo di ridere all’originale battutona, chino la testa, imbraccio le fide canadesi e mi defilo mestamente.

Ma ora, riflettendo sulla fenomenologia dell’ortopedico di paese, mi viene da pensare che abbiano ragione loro, perchè, si sa, la maggioranza vince e loro sono davvero la maggioranza, una SECCANTE maggioranza!

In effetti una mamma di 33 anni suonati, che ha lasciato il tono muscolare nello zaino del liceo, è decisamente fuori età e fuori forma!

Ma se il medioevo è passato ormai da qualche anno, la vita non finisce più a 40 anni, i 50enni sono considerati i nuovi giovani, la medicina ha fatto passi da gigante, hanno inventato il sapone, spostato l’età pensionabile… perchè io a 33 anni sono già sul viale del tramonto?

Non riesco a dare requie ai miei pensieri… mi trovo di fronte a un dilemma che non ha soluzioni.

Forse è colpa di un Grande Fratello che si fa beffa di me suggerendo a tutte le comparse la medesima battuta… allora dovrei prendere una barchetta e come Truman, resistendo alla tempesta, arenarmi contro le pareti degli studi tv per smascherare questa grande congiura…

o forse, combattere una “social” crociata a suon di astiosi hashtag del tipo #mipiegomanonmispezzo #tuasorellanonhailfisico #vecchiocisarai #tiè …

Alla fine mi accontento di sfogarmi in un post sperando di creare una nuova corrente di pensiero, che non condanna i 30enni ai margini della società, che pensa sia meglio un piccolo infortunio sportivo che una piaga da decubito da balena spiaggiata sul divano, che sia più simpatica e originale… perchè poi alla fine il fisico non ce l’ho davvero, ma almeno fatemelo credere!

 

Categorie: #nonèunBlog

2 commenti

donatella invernizzi · 23 maggio 2017 alle 16:20

Divertenti e sacrosante parole.
Ti appoggia totalmente una che, in ben altri tempi,ha appeso le scarpe al chiodo a 54 anni!

Irene · 24 maggio 2017 alle 8:47

Mi spiace solo che ora con le stampelle per qualche giorno. Non potrai fare le migliaia di cose che avevi in programma!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi