Dopo quasi un anno di inattività eccomi qui carica di nuovi propositi… ma forse non è vero…

sto attraversando una di quelle fasi della vita in cui sembra che tutto vada esattamente come non dovrebbe andare,

il lavoro, la salute, la famiglia, le amicizie… e mi ritrovo sola anche se in mezzo a tante persone, che pure mi vogliono un gran bene.

Ma io, invasata dallo spirito di chissà quale creatura mitologica, non riesco a vedere la bellezza di ciò che sta intorno a me.

Triste, davvero molto triste. Ma il mondo di arcobaleni e unicorni che sogno da quando ero bambina, d’improvviso mi si è frantumato tra le mani, come farebbe una di quelle palle di vetro con la neve in pugno all’incredibile Hulk mentre si trasforma. Palla di vetro con la neve

Cosa mi sta succedendo? e perchè sento il bisogno di scriverlo?

Alla prima domanda non so davvero cosa rispondere… sarà che #laMyry è partita e mi manca una compagna di giochi e viaggi che sia nel raggio di 300 mt da casa… e ora i mt sono diventati esattamente km! Sarà che dopo la bella parentesi di un lavoro comodo, divertente e vicino a casa sono nel limbo di una nuova assegnazione, con il fantasma di un cliente a più di 60 km da casa, sarà che le mie amiche sono impegnate come e più di me…sarà che ho appena finito di vedere 13 reasons why… sarà, sarà, sarà…

E allora perchè devo mettere nero su bianco questo disagio?

A dire il vero non lo so… o forse si…

Mi piace scrivere e non trovo mai il tempo di farlo, o meglio, le uniche cose che scrivo sono interminabili chat di whatsapp che diventano soliloqui in cui l’interlocutore legge e non risponde, perchè scrivo così tanto che se voleva rispondere al primo messaggio, ora che ha letto l’ultimo si è dimenticato il contenuto.

Mi piace scrivere cose divertenti, romanzare la vita quotidiana, usare parole arcaiche e neologismi…

Ma ogni volta è difficile trovare qualcosa da dire, non è un mestiere facile fare il piano editoriale di se stessi, soprattutto tra un lavoro, un capriccio e chissà cos’altro.

E oggi, anche se con il groppo in gola, qualcosa da dire ce l’ho.

Probabilmente ho bisogno di far passare il messaggio che non sono infallibile, non sono la persona forte e determinata che si vede per strada o sui social, che sono umana. Sono carne, ossa, cuore e anche ciccia…  allergica alle cose sdolcinate ma con un grande bisogno di affetto, una che ama i lavoretti, la cucina e i vestiti ma anche il calcio, il biliardino e la birra… una che si vergogna a premere invio per pubblicare questo articolo ma lo farà lo stesso perchè sa che è quello di cui ha bisogno.

Alla fine di questo lungo monologo mi sono ricordata una frase di quel genio di Einstein, che voglio augurare a me stessa e alle persone che si trovano nella mia situazione:  “E’ dalla crisi che nasce l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera se stesso senza essere superato”. E allora AVANTI TUTTA!

Categorie: #nonèunBlog

4 commenti

donatella invernizzi · 18 maggio 2017 alle 17:19

Rendi affascinante tutto quello che scrivi, hai un dono che pochi hanno e poi hai contenuti interessanti e che fanno riflettere.
Continua a scrivere!

    Irene · 19 maggio 2017 alle 23:17

    Si! Ha ragione la tua mamma continua a scrivere!
    Un po’ mi fa piacere sapere che sei “umana” mi stavo proprio chiedendo come fai… ad essere sempre in mezzo a tutto
    Io invece ho deciso di fermarmi un po’
    Notte
    Irene

Michela · 18 maggio 2017 alle 20:51

Quando mi sento così dico di avere un velo nero davanti agli occhi, che ti fa vedere qualsiasi cosa come in realtà non è, ne sei cosciente ma spostare questo maledetto velo richiede una forza che non sempre si ha…..13 reasons why non aiuta e nemmeno il periodo storico che stiamo vivendo purtroppo. Personalmente, non riuscendo a spostare il mio velo nero ho deciso di cambiare strategia e tingerlo…di lilla
Un abbraccio

Rossana · 18 maggio 2017 alle 21:37

Carissima, capita a tutti un periodo di crisi, ma leggerti è uno spettacolo! Non smettere mai e quindi….avanti tutta!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi